28 settembre 2017

Breve glossario della Commissione Ue dei termini più usati sul tema della migrazione

Utile glossario sul delicato tema della migrazione della Commissione Ue, 23 termini da alien a voluntary return.

Per un tema delicato come quello della migrazione, i termini sono di fondamentale importanza. Una parola sbagliata potrebbe rendere una frase scorretta o mal interpretabile. Ecco quindi un breve glossario dei termini più usati per parlare di questo tema, con il loro termine in inglese, il termine equivalente in italiano e la definizione. 



Alien - Cittadino di paese terzo - Chiunque non è cittadino dell'Unione ai sensi dell'articolo 20, paragrafo 1, del trattato sul funzionamento dell'Unione europea.
Asylum shopping - Caccia all'asilo più vantaggioso - Nel contesto dell’UE, fenomeno attraverso cui un richiedente asilo decide di fare domanda di asilo in più di uno Stato membro oppure scegliendone uno in particolare sulla base della percezione di un più elevato standard di condizioni di accoglienza o di sicurezza sociale.
Deportation - Espulsione - In Italia, disposizione adottata per motivi di ordine pubblico o di sicurezza dello Stato nei confronti di uno straniero anche non residente nel territorio dello Stato. Le autorità competenti a disporre l'espulsione sono il Ministro dell'interno e il prefetto mentre per quanto riguarda l'esecuzione dell'espulsione è competente in via generale il questore. Il D.L. n. 286 prevede tre istituti diversi: espulsione amministrativa, espulsione a titolo di misura di sicurezza, espulsione a titolo di sanzione sostitutiva della detenzione. L'espulsione è disposta con decreto motivato.
Displaced person - Sfollato - Persona che è stata costretta o obbligata a fuggire o a lasciare la propria casa o il proprio luogo di residenza abituale, in particolare come conseguenza di un conflitto armato, di situazioni di violenza generalizzata, di violazioni dei diritti umani o di disastri naturali o provocati dall’uomo, o allo scopo di sfuggire alle loro conseguenze e che non ha attraversato le frontiere internazionalmente riconosciute di uno Stato.
Entry ban - Divieto di ingresso - Decisione o atto amministrativo o giudiziario che vieta l'ingresso e il soggiorno nel territorio degli Stati membri per un periodo determinato e che accompagni una decisione di rimpatrio.
Hotspot - Punto di crisi/hotspot - Punto di primissimo smistamento allestito in prossimità dei luoghi di sbarco degli Stati di frontiera, in cui gli agenti della locale polizia di frontiera insieme a esperti e tecnici dell'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, di Frontex ed Europol assicurano una rapida identificazione e registrazione dei migranti in arrivo nonché il prelievo delle impronte digitali con l'obiettivo di distinguere quelli che hanno bisogno di protezione internazionale da quelli che non ne hanno bisogno.
Hotspot system - Sistema basato sui punti di crisi - Nuovo concetto introdotto dall'Agenda europea sulla migrazione che prevede la collaborazione, con il coordinamento della Commissione, tra l'Ufficio europeo di sostegno per l'asilo, Frontex ed Europol che sono chiamati a fornire assistenza operativa agli Stati di frontiera per una rapida identificazione e registrazione nonché il prelievo delle impronte digitali dei migranti in arrivo.
Human smuggling - Traffico di esseri umani - Agevolare, trasferire, tentare di trasferire illegalmente una persona oltre una frontiera in violazione delle norme di uno o più paesi. Il termine dovrebbe fare riferimento esclusivamente al concetto di trasferimento illegale di una persona attraverso una frontiera. Nella terminologia giuridica italiana, tuttavia, l'espressione "traffico di esseri umani" è spesso onnicomprensiva e comprende sia il fenomeno del "trafficking" sia quello dello "smuggling".
Illegal stay - Soggiorno irregolare - Presenza nel territorio di uno Stato membro di un cittadino di un paese terzo che non soddisfi o non soddisfi più le condizioni d'ingresso di cui all'articolo 5 del codice frontiere Schengen o altre condizioni d'ingresso, di soggiorno o di residenza in tale Stato membro.
Non-refoulement - Non respingimento - Principio fondamentale del diritto internazionale dei rifugiati, che vieta agli Stati di far tornare in qualsiasi modo i rifugiati nei paesi o nei territori in cui la loro vita o la loro libertà possano essere messe in pericolo.
Readmission - Riammissione - Atto con cui uno Stato accetta il reingresso di un individuo (un suo cittadino, un cittadino di un paese terzo o un apolide) di cui sono stati riscontrati l'ingresso, la presenza o il soggiorno illegali in un altro Stato.
Refugee - Profugo/Rifugiato - PROFUGO si dice di fuggiasco in generale, privo di qualsiasi diritto nel paese che lo riceve, eccetto il diritto alla vita. RIFUGIATO si dice di profugo che abbia ottenuto il riconoscimento del suo status in base a uno degli strumenti internazionali che definiscono il termine di "rifugiato" (convenzione di Ginevra del 1951, Protocollo del 1967, altri strumenti internazionali anteriori alla convenzione del 1951, ecc.).
Refusal - Respingimento - Provvedimento adottato da uno Stato nei confronti di uno straniero che non risponde ai requisiti per l'ingresso nel territorio nazionale. Nel diritto italiano il respingimento è un provvedimento adottato dal questore ed eseguito dalla polizia contro uno straniero -perché privo dei requisiti di legge- all'atto dell'ingresso nel territorio nazionale o subito dopo.
Relocation - Ricollocazione - In ambito UE trasferimento di beneficiari di protezione internazionale da uno Stato membro ad un altro.
Removal - Allontanamento - Ai sensi della direttiva 2008/115/CE è l'esecuzione dell’obbligo di rimpatrio, vale a dire il trasporto fisico fuori dallo Stato membro. Nella legislazione italiana fino al 2007, il termine ricorreva nel Testo Unico delle disposizioni concernenti la disciplina dell’immigrazione, come concetto generale. Con i recenti interventi legislativi il termine ha assunto un’accezione più specifica, indicando la misura applicata nei confronti dei cittadini degli altri Stati membri dell’Unione europea e dei loro familiari qualora essi, con i loro comportamenti, rappresentino una minaccia concreta ed attuale tale da pregiudicare l’ordine pubblico e la sicurezza pubblica, oppure qualora vengano a mancare le condizioni che ne determinano il diritto di soggiorno.
Removal order - Ordine di accompagnamento alla frontiera - Decisione amministrativa o giudiziaria volta a definire il fondamento giuridico dell'accompagnamento alla frontiera (in alcuni sistemi giuridici sinonimo di ordine di allontanamento).
Resettlement - Reinsediamento - Trasferimento di rifugiati dal paese di primo asilo a un altro paese, dove possono iniziare una nuova vita e trovare protezione permanente. Il "reinsediamento" è pertanto un trasferimento da un paese terzo verso uno Stato membro dell'UE.
Residence permit - Permesso di soggiorno - a) Tutti i permessi di soggiorno rilasciati dagli Stati membri secondo il modello uniforme dell'UE, e le carte di soggiorno rilasciate conformemente alla normativa UE; b) qualsiasi altro documento rilasciato da uno Stato membro a cittadini di paesi terzi che autorizzi questi ultimi a soggiornare sul suo territorio, che sia stato oggetto di una comunicazione e di una successiva pubblicazione ai sensi della normativa UE, a eccezione: i) dei permessi temporanei rilasciati in attesa dell'esame di una prima domanda di permesso di soggiorno o di una domanda d'asilo, e ii) dei visti rilasciati dagli Stati membri secondo il modello uniforme dell'UE.
Return - Rimpatrio - Comprende il processo del ritorno nel proprio paese di origine, in un paese di transito, o in un altro paese terzo, e include le fasi di preparazione e di attuazione. Il rimpatrio può essere volontario o forzato, con o senza resistenza. In contesti non legislativi, se l'utilizzo di "rimpatrio"/"rimpatriare" si presta a confusione (ad es. qualora si possa intendere che ad essere rimpatriati in Turchia siano cittadini turchi, anziché siriani), è preferibile impiegare "ritorno" o "rientro" o "rinvio".
Return shopping - Caccia al rimpatrio più vantaggioso - Ricerca dello Stato membro che offre le condizioni più vantaggiose in termini di rimpatrio volontario e reintegrazione.
Trafficking in human beings - Tratta di persone - Il reclutamento, trasporto, trasferimento, l'ospitare o accogliere persone, tramite l'impiego o la minaccia di impiego della forza o di altre forme di coercizione, di rapimento, frode, inganno, abuso di potere o di una posizione di vulnerabilità o tramite il dare o ricevere somme di danaro o vantaggi per ottenere il consenso di una persona che ha autorità su un'altra a scopo di sfruttamento. Lo sfruttamento comprende, come minimo, lo sfruttamento della prostituzione altrui o altre forme di sfruttamento sessuale, il lavoro forzato o prestazioni forzate, schiavitù o pratiche analoghe, l'asservimento o il prelievo di organi. “Tratta di persone” è il termine utilizzato per definire lo specifico reato nel codice penale italiano.
Visa shopping - Caccia al visto più vantaggioso - Ricerca, da parte di cittadini di Stati terzi, dello Stato membro che offre le condizioni più favorevoli per l'ottenimento del visto.
Voluntary return - Rimpatrio volontario - Processo di ritorno di un cittadino di un paese terzo, in adempimento volontario di un obbligo di rimpatrio, nel proprio paese di origine, o in un paese di transito in conformità di accordi comunitari o bilaterali di riammissione o di altre intese, o in un altro paese terzo, in cui il cittadino del paese terzo in questione decide volontariamente di ritornare e in cui sarà accettato.